III DOMENICA DI QUARESIMA

Pubblicato il da parrocchiecaltavuturo.over-blog.it

sede vacante

Carissimi,

in questo periodo, comunemente chiamato Sede Vacante, cioè il tempo in cui la Chiesa, attraverso il Collegio Cardinalizio,  si prepara ad eleggere il nuovo pontefice risuonano ancora le Parole di Papa benedetto XVI nell’udienza di congedo lo scorso mercoledì 27 febbraio: “…Siamo nell’Anno della fede, che ho voluto per rafforzare proprio la nostra fede in Dio in un contesto che sembra metterlo sempre più in secondo piano. Vorrei invitare tutti a rinnovare la ferma fiducia nel Signore, ad affidarci come bambini nelle braccia di Dio, certi che quelle braccia ci sostengono sempre e sono ciò che ci permette di camminare ogni giorno, anche nella fatica. Vorrei che ognuno si sentisse amato da quel Dio che ha donato il suo Figlio per noi e che ci ha mostrato il suo amore senza confini. Vorrei che ognuno sentisse la gioia di essere cristiano… In una bella preghiera da recitarsi quotidianamente al mattino si dice: «Ti adoro, mio Dio, e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano…». Sì, siamo contenti per il dono della fede; è il bene più prezioso, che nessuno ci può togliere! Ringraziamo il Signore di questo ogni giorno, con la preghiera e con una vita cristiana coerente. Dio ci ama, ma attende che anche noi lo amiamo! La barca della chiesa non è mia, ma è del Signore che non la lascia affondare!... Dio guida la sua Chiesa, la sorregge sempre anche e soprattutto nei momenti difficili. Non perdiamo mai questa visione di fede, che è l’unica vera visione del cammino della Chiesa e del mondo. Nel nostro cuore, nel cuore di ciascuno di voi, ci sia sempre la gioiosa certezza che il Signore ci è accanto, non ci abbandona, ci è vicino e ci avvolge con il suo amore.!”

Queste parole del Grande Papa Benedetto XVI ci aiutano a vivere i giorni che ci apprestiamo a vivere fiduciosi che il Signore, Pastore supremo della Chiesa, provvederà a donarci un Pastore secondo il suo cuore, un Pastore a cui Lui Stesso, il Signore Risorto dirà: “Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa” e ancora “Pasci le mie pecorelle”. Viviamo questi giorni con un atteggiamento di grande fede chiedendo con insistenza al Signore di far sentire la sua voce, attraverso lo Spirito Santo. Pertanto ogni giorno a partire da lunedì 04 fino al giorno dell’elezione del nuovo Pontefice, vi invito ad elevare la voce della preghiera al Signore, lo faremo attraverso l’Adorazione Eucaristica ogni pomeriggio dalle 16,30 fino alle 18,00 e poi Celebrare insieme l’Eucarestia alle ore 18,30.

Invochiamo la materna intercessione della Vergine Maria Madre di Dio e della Chiesa perché accompagni ciascuno di noi e l’intera comunità ecclesiale; a Lei ci affidiamo, con profonda fiducia.


La Comunità in Preghiera per L’elezione del nuovo Papa.


"... venivano tutti i giorni davanti alla sede del Conclave, cantando il Veni Creator con tale pietà che parecchi membri non potevano contenere le lacrime: infatti i piccoli innocenti della città cantavano col clero ad alta voce, come di consueto, e le loro voci risuonavano piene di pietà ed erano intese chiaramente e distintamente all'interno del Conclave." (Dalle Cronache del Conclave di Martino V 1417)

Anche noi, ogni giorno, invochiamo Lo Spirito Santo!


Vieni, o Spirito creatore,

visita le nostre menti,

riempi della tua grazia

i cuori che hai creato.


O dolce consolatore,

dono del Padre altissimo,

acqua viva, fuoco, amore,

santo crisma dell'anima.


Dito della mano di Dio,

promesso dal Salvatore,

irradia i tuoi sette doni,

suscita in noi la parola

 

Sii luce all'intelletto,

fiamma ardente nel cuore;

sana le nostre ferite

col balsamo del tuo amore.

 

Difendici dal nemico,

reca in dono la pace,

la tua guida invincibile

ci preservi dal male.

 

Luce d'eterna sapienza,

svelaci il grande mistero

di Dio Padre e del Figlio

uniti in un solo Amore.


 

O Signore, che guidi e custodisci la tua Chiesa,

infondi nei Cardinali elettori, lo spirito 'intelligenza, verità e pace, affinché, con tutto il cuore comprendano i desideri che a Te sono graditi,

e conoscendoli, con tutte le forze li seguano.

Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

DA LUNEDI' 04 MARZO OGNI SERA:


ORE 16,30-18,00 ADORAZIONE EUCARISTICA

ORE 18,00 CELEBRAZIONE DEL VESPRO

ORE 18,30 SANTA MESSA.

 

 

LITURGIA DEL GIORNO

II SETTIMANA DI QUARESIMA

(4-9 marzo) Liturgia delle Ore: III settimana


4 L L'anima mia ha sete di Dio, del Dio vivente. L'arameo Naamàn e la vedova di Sarepta: due stranieri che ottengono salvezza per aver accolto la parola dei profeti. In questo tempo di grazia, la parola di Gesù trovi dimora nei nostri cuori. 2Re 5,1-15a; Sal 41,2-3 e 42,3-4; Lc 4,24-30.

Appuntamenti:

Ore 21,00 Catechesi Parrocchiale.


5 M Ricòrdati, Signore, della tua misericordia. Perdonare sette volte sembra a Pietro una misura generosa. Il "settanta volte sette" di Gesù gli sarà sembrato esagerato (a noi no?). Lo comprenderà appieno solo quando vedrà fin dove arriva il perdono del Signore nei suoi confronti. Dn 3,25.34-43; Sal 24,4-9a; Mt 18,21-35.

 

6 M Celebra il Signore, Gerusalemme. Gesù è l'uomo- Dio che dà pienezza alla rivelazione che lo precede, la illumina e la interiorizza. Dt 4,1.5-9; Sal 147,12-13.15-16.19-20; Mt 5,17-19.


7 G Ascoltate oggi la voce del Signore: non indurite il vostro cuore. Un cuore indurito non ascolta più, non accoglie più nulla. Un rischio enorme. La liberazione dal male passa per le vie del nostro cuore. Ger 7,23-28; Sal 94,1-2.6-9; Lc 11,14-23.


8 V Io sono il Signore, tuo Dio: ascolta la mia voce. Che cosa chiede Dio all'uomo? "Amerai!.". Null'altro che questo. Per questo è stato creato. Amore unico e duplice: verso Dio con tutto se stessi e verso il prossimo come se stessi. Os 14,2-10; Sal 80,6c-11.14.17; Mc 12,28b-34.

Appuntamenti:

ore 08,30 Santa Messa (Chiesa Madre)

ore 09,00 Santa Messa (Chiesa del Convento)

ore 18,30 Via Crucis (Chiesa del Convento).


9 S Voglio l'amore e non il sacrificio. La preghiera del fariseo – messa a confronto con la preghiera umile e sincera del pubblicano – tesse le lodi a se stesso invece che a Dio, è piena di giudizio verso gli altri, non è animata dall'amore. A quale dei due modelli assomiglia la nostra preghiera? Os 6,1-6; Sal 50,3-4.18-21; Lc 18,9-14.

Appuntamenti:

ore 18,00 Traslazione dell’Immagine di San     Giuseppe in  Chiesa Madre.

Ore 18,30  Santa Messa.

 


 


 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post